Poiana

“Non gli dispiaceva che lo chiamassero Poiana perché lo faceva sentire parte di quella natura.
Alle elementari si arrabbiava al soprannome e spesso aveva fatto a botte, ma poi suo padre era riuscito a catturare una poiana e, prima di restituirla al cielo, gliel’aveva mostrata.
Gli piacquero gli occhi del rapace, attenti, veloci, sempre in movimento. Gli piacquero il becco, forte come la punta di un pugnale e duro, e gli artigli. Gli piacque soprattutto come se ne volò in alto, appena suo padre la lasciò, e il verso di libertà che subito emise, quasi un ringraziamento per lo spazio ritrovato.”
F.Guccini,  L.Macchiavelli –  “Malastagione”

Poiana – Buteo buteo

photo: Daniele Garofalo