Blog

Mapplethorpe

Un film imperdibile per tutti gli appassionati di fotografia, e di arte in genere, cui uscita è prevista per il 2019 è “Mapplethorpe”, film biografico sulla vita del celebre fotografo newyorkese scomparso nel 1989 a causa dell’AIDS.

Il film, diretto da Ondi Timoner, vede Matt Smith nei panni dell’eclettico e controverso fotografo mentre il ruolo della storica musa e intima amica Patti Smith è affidato alla bella Marianne Rendón.

I suoi ritratti in bianconero hanno costituito, tra gli anni settanta e ottanta,
una pietra miliare della storia della fotografia, oltre ad essere ricordati, per gli scandali generati.
Mapplethorpe ha ritratto numerose celebrità tra i quali Arnold Schwarzenegger, Andy Warhol, Amanda Lear e la stessa Smith.

La sinossi ufficiale recita:

“Robert Mapplethorpe è probabilmente uno degli artisti più importanti del ventesimo secolo. Mapplethorpe scoprì se stesso, sia sessualmente che artisticamente, a New York negli anni ’70 e ’80.
Il film dipinge la sua vita da poco prima che lui e Patti Smith si trasferissero nel famigerato Chelsea Hotel, sede di un mondo bohemien chic.
Qui, inizia a fotografarne gli abitanti e la sua nuova cerchia di amicizia che include artisti e musicisti, personalità mondane. star del cinema e membri dell’ambiente sadomaso underground.
Il lavoro di Mapplethorpe ha mostrato l’erotismo in un modo mai esaminato o mostrato prima al pubblico.
Esplorando l’intersezione tra la sua arte, la sua sessualità e la sua lotta per essere pubblicamente riconosciuto, Mapplethorpe offre un ritratto pieno di sfumature di un artista all’apice della sua arte e degli impulsi auto-distruttivi che minacciano di rovinare tutto.”

qui di seguito il trailer:

DJI Osmo Pocket

Il nuovo oggetto del desiderio, che questo Natale sarà sotto l’albero di tutti gli appassionati di audio/video sarà il DJI Osmo Pocket.
La DJI ha presentato, infatti, da pochi giorni, il più piccolo gimbal con action cam integrata mai commercializzato prima.
Le dimensioni sono minime, 12 cm di altezza per 117 grammi di peso ma le performance sono incredibili.
Lo stabilizzatore è a 3 assi, la cam ha un campo visivo di 80°, un sensore a 12 Mp ed è in grado di realizzare filmati in 4k fino a 60fps.
Il tutto è controllabile tramite un display touchscreen da 1 pollice e un piccolo joystick presenti entrambi sulla impugnatura.
La registrazione avviene su MicroSD.
L’Osmo può essere collegato al proprio telefono mediante connettività wifi/Bluetooth o tramite una serie di connettori compresi nella confezione in maniera da utilizzare il display del proprio telefonino per le riprese e per effettuare dirette sui principali social network.
Autonomia dichiarata è di circa 140 min di riprese mentre il tempo di ricarica è di circa 70 min.
Già prevista la commercializzazione di numerosi accessori per consentire di effettuare le riprese nei modi più disparati.
Il prezzo è di 359 euro, veramente irresistibile considerando il prezzo di altre action cam prodotte da competitor e il costo dei singoli gimbal.
acquistabile qui: